Gildo De Stefano, saggista e studioso della società afroamericana, ne ha indagato molteplici aspetti: dall'industria culturale di massa ai movimenti politico-religiosi, dalle dinamiche dei ghetti al movimento per i diritti civili, dalla cultura giovanile alla musica jazz, di cui è
uno dei massimi esperti italiani. È laureato in Sociologia delle Comunicazioni di Massa

Tra i suoi libri ricordiamo: Il Canto Nero (Gammalibri, Milano, 1982), Trecento anni di jazz (SugarCo, Milano, 1986), Jazz moderno (Kaos, Milano, 1990), Vesuwiev Jazz (E.S.I., Napoli, 1999), Il popolo del samba (RAI-ERI, Roma, 2005) prefazionato da Chico Buarque de Hollanda, Ragtime, Jazz & dintorni (SugarCo, Milano, 2007), prefazionato da Amiri Baraka (Leroi Jones), Saudade Bossa Nova (LoGisma, Firenze, 2017), prefazionato da Gianni Minà. L'ultimo, in ordine di tempo, ha avuto il privilegio di avere la prefazione del grande pensatore e sociologo Zygmunt Bauman, Una storia sociale del jazz (Mimesis Edizioni, Milano 2014). Per i "Saggi Marsilio" ha
pubblicato l'unica Storia del ragtime edita in Italia e in Europa, in due edizioni (Venezia, 1984 e 1989) Ha scritto diverse monografie: tre su Frank Sinatra (Marsilio, Venezia, 1991), The Voice - Vita e italianità di Frank Sinatra (Coniglio, Roma, 2011), Frank Sinatra - L'italoamericano (LoGisma, Firenze 2021), e su Vinicio Capossela (Lombardi, Milano, 1993), Francesco Guccini (Lombardi, Milano, 1993), Louis Armstrong (E.S.I., Napoli, 1997), un paio di questi prefazionati da Renzo Arbore. Collabora con la RAI, per la cui struttura radiofonica ha condotto diverse trasmissioni sul jazz, e per La Storia siamo noi ha contribuito allo special su Louis Armstrong. Tiene periodicamente stage su Civiltà Musicale Afroamericana oltre a collaborare con la Fondazione Treccani per le voci afroamericane. Tra i vari riconoscimenti ha vinto 2 premi di Giornalismo: uno Ministeriale e quello Internazionale Campania Felix, ed è risultato tra i finalisti del Premio letterario Calvino per l'inedito. Per la narrativa ha pubblicato un romanzo breve per ragazzi dal titolo Easy Street Story, (L'isola dei ragazzi Editore, Napoli 2007), la raccolta di racconti È troppo tardi per scappare (Il Mondo di Suk Editore, Napoli 2013), il romanzo epistolare Caro Giancarlo - Epistolario mensile per un amico ammazzato, (Innuendo Edizioni, Terracina 2014), che gli è valso il Premio 'Giancarlo Siani' 2014. È il direttore artistico del Festival Italiano di Ragtime. Il suo sito è www.gildodestefano.it

Crea il tuo sito web gratis!